colle al sole colle al sole colle al sole

TRASIMENO PROG

Cosa fare a Castiglione del lago

TRASIMENO PROG

29/09/2019

CASTIGLIONE DEL LAGO – Una cascata di note dalle 5 del pomeriggio a notte fonda. Degna colonna sonora di quella che sarà una giornata importante certamente per Trasimeno Prog ma anche per l’intero panorama musicale umbro e nazionale. L’associazione si presenterà ufficialmente domenica 6 ottobre alla Darsena di Castiglione del Lago.
“Progressive – spiega il presidente Massimo Sordi – non è soltanto un genere musicale ma un filone culturale che ha contrassegnato la fine degli anni Sessanta e tutti gli anni Settanta e che continua ad avere la sua influenza e importanza ancora oggi. Proprio per questo Trasimeno Prog ha orizzonti che non si limiteranno al palco che pure avrà una parte fondamentale, ma proporrà convegni, conferenze, dibattiti, seminari, master class, proiezioni di film e documentari, presentazione di libri, concerti per ragazzi, giovani e adulti, mostre, lo studio e la ricerca di testi e autori”.
Come si svolgerà la serata? Musica e parole, nel senso che si alterneranno i soci fondatori dell’associazione che illustreranno finalità e progetti, a cantanti e gruppi che suoneranno del vivo. “L’invito è stato raccolto da tanti musicisti, addirittura – sorride Massimo Sordi – ancora più di quelli che avevamo previsto e sperato. Andremo avanti fino all’ultima nota. Per ora abbiamo una lista che comprende il cantante di Acqua Fragile e Premiata Forneria Marconi Bernardo Lanzetti che tra l’altro vive a Castglione del Lago ormai da qualche anno, i mitici Rovescio della medaglia; poi Marco Capozi, Fabio Moresco, Nicola Di Già del Banco del Mutuo Soccorso, la storica band perugina L’Estate di san Martino che il prossimo anno festeggerà i suoi 45 anni di vita. Ci sono inoltre un altro importantissimo gruppo del nostro panorama che è Il bacio della medusa e poi Guido Bellachioma, Sophya Baccini, Claudio Falco e Manlio Rondoni, Giusi Pisoni, Lincoln Veronese; ma vi assicuro che la lista si sta allungando e ci saranno anche grandi sorprese”. Per ora i soci fondatori sono dodici ma è ovvio che la campagna di affiliazione vedrà un’impennata notevole proprio la serata del 6 ottobre. “Lo speriamo. Sarebbe un segnale importante. La sottoscrizione prevede una quota annuale di 10 euro che ci consentirà di dare corso ai nostri progetti che verranno, ovviamente, largamente condivisi con chi deciderà di dare il proprio contributo fattivo al Trasimeno Prog. Il clima che abbiamo creato ci sembra di buone prospettive e del resto è frutto di iniziative che abbiamo già portato avanti in passato: dal tendone da circo di Meeting di Primavera al recente incontro con il bassista della PFM, Patrick Djivas.  Con me, del resto, ci sono compagni di viaggio che sono prima di tutto amici, grandi appassionati di musica e che voglio citare a cominciare dal vice presidente Giannetto Marchettini, poi Marco Sordi che è il tesoriere, Alfredo Buonumori il segretario e i cosiglieri Attilio Errico Cauli, Gian Piero Chiavini, Lauro Crociani, Paolo Guidoni, Mauro Marchetti, Giuseppe Maruca, Diego Petrini ed Enzo Vitale”.

Chiari i punti costitutivi: “L’associazione – spiega Massimo Sordi – ha da un lato finalità culturali e di solidarietà civile e sociale senza fini di lucro, con lo scopo di alimentare e promuovere attività di carattere formativo ed è aperta a tutti. L’Associazione potrà promuovere e organizzare spettacoli, manifestazioni, eventi di ogni tipo procedendo alla pubblicazione e divulgazione delle sue iniziative con atti e documenti e tutte quei progetti idonei a favorire un contatto fra Trasimeno Prog e chi ha i nostri stessi interessi, intendo con questo operatori sia pubblici che privati”.
L’ingresso a “Domenica Prog” è libero